Arte

Dei Sepolcri di…Viola

Davanti a quest’opera ho aperto la bocca e perso le parole, spalancato gli occhi e trattenuto le lacrime. Davanti a quest’opera mi sono detta che ne è valsa la pena, in fondo, laurearsi in Storia dell’Arte, perché, anche se più della metà dei miei sogni da matricola universitaria hanno da tempo subito la sconfitta con

la realtà, mi resta questo: la pelle d’oca, il luccichio negli occhi e il nodo in gola che si provano, ad esempio, davanti all’opera “Emergence” di Bill Viola, in mostra a Villa Panza, a Varese, fino al 28 ottobre 2012. Sarà grazie all’altissima definizione del video o all’amplificazione emotiva resa dall’effetto rallenty, resta il fatto che l’identificazione dello spettatore con le donne al sepolcro, che affrontano il dramma della morte, è totale e devastante. Resta quell’acqua straripante, che invade lo schermo e fuoriesce, da cui farsi toccare e in cui immergersi, un’acqua purificatrice che cancella tutto e conduce ad una profonda riflessione intorno ai tre principi fondamentali dell’esistenza umana: Vita, Morte e Coscienza…e al loro eterno rincorrersi.

 

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply