Arte

Ferdinando Pagani: Colori, musica e riflessioni

Fino al 23 ottobre 2011 sarà possibile ammirare le opere dell’artista Ferdinando Pagani presso la Sala Polivalente del Municipio di Castronno (VA). L’esposizione raccoglie la produzione recente dell’artista di Busto Arsizio, attraverso cicli pittorici ben precisi che ne hanno scandito il cammino artistico, dal 2004 al 2007: le Venezie,

l’omaggio a Mozart e al suo Requiem e i silenzi. Come lui stesso dichiara: “Il mio linguaggio pittorico oggigiorno si sostanzia nell’essenzialità della luce e del colore.Impegnato in una costante ricerca di nuovi orizzonti, non mi accontento di quanto esplorato, cerco sempre un oltre”. Per Pagani pittura e ricerca vanno di pari passo, ogni ciclo è frutto di un’indagine approfondita, condotta su tre livelli: nel proprio mondo interiore, nel mondo esterno e, solo alla fine, tradotto a livello tecnico sulla superficie pittorica del quadro. Il percorso artistico dell’artista testimonia un progressivo allontanamento dal dato reale, una trasfigurazione dello stesso, per giungere ai recenti esiti di una pittura analitica, attraverso cui l’artista riconduce, anche a livello concettuale, il soggetto di partenza all’essenziale, per comunicare con lo spettatore nei termini di un linguaggio universale. Il coronamento di questo lavoro ha trova la sua massima espressione nel ciclo dedicato alla passione di Cristo, che ha dato vita alla mostra “Isaia 53, 3-6”, ospitata nel 2010 nel Battistero di Arsago Seprio (VA).

 

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply